Free to Xperience @ Valentina Moro

TAG: Green economy, In Evidenza, Innovazione, Colonnine hyper fast, Colonnine in autostrada, Duferco, Enel X, Free to X, HPC, Prima stazione

La Free To Xperience, società deputata allo sviluppo di servizi all’avanguardia per la mobilità, ha inaugurato le sue prime colonnine in autostrada, via alla prima stazione nei pressi di Modena. Infatti, la prima inaugurazione è avvenuta nell’area di servizio Secchia Ovest, nell’A1 Milano-Bologna. Il progetto prevede l’installazione di 100 colonnine chiamate hyperfast o per qualcuno ultrafast che, hanno generato una svolta nel discorso delle auto elettriche. La scarsa presenza di ricariche elettriche all’interno delle aree di sosta autostradali, è una carenza che ha sempre reso difficoltosa la mobilità di auto elettriche nei lunghi viaggi.

Free To Xperience e rete HPC

Le ricariche brandizzate Free To X, sono hyperfast da 300 KW e consentono di effettuare una ricarica in mezz’ora. A curare l’installazione per il momento è Enel X ma, dato la repentina diffusione della rete HPC (Hight Power Charing) che si sta verificando in Italia, non si esclude la partecipazione di altri fornitori in futuro. A tale proposito Enel X ha già previsto due accordi. Uno con il partner Porsche Italia e Q8 che, vedrebbe riservato un caricatore ai clienti Porsche e installazioni in 20 aree entro il 2021. L’altro accordo riguarda il posizionamento di 7 impianti di ricarica HPC all’interno delle stazioni di rifornimento della rete IP. Tre delle suddette già installate a Peschiera del Garda, Zanica e Biandrate.

100 aree

Le 100 aree dove andranno porsizionate le colonnine, dovrebbero essere completate entro il 2027. Di cui, 67 di queste già approvate dal MIT entro il 2024, contando di installarne almeno 6 in ogni stazione. A progetto ultimato la distanza tra un’area di ricarica e l’altra, dovrebbe risultare di circa 50 km, in modo tale da garantire la sicurezza del rifornimento di elettroni.

Mappa installazioni Free to X

Dalla mappa si nota una buona copertura dei principali siti di servizio autostradali, l’unica pecca è la scarsa copertura della zona del sud Italia. L’utilizzo, come garantito da Free To X sarà mediato da App già esistenti come quella di Duferco e Enel X. Il prezzo non dovrebbe subire modifiche dall’usuale 79 centesimi al KWh. Per la seconda installazione sarà la volta dell’area nei pressi di Roma.

Hits: 1

L’articolo Free to Xperience proviene da CIAOUP News & Advertising Influencer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Product Enquiry