“Tesla ristoranti”: Tesla approda in ristoarea. @ Valentina Moro

TAG: Business & Marketing, Food & Beverage, In Evidenza, Innovazione, Elon Musk, Tesla, Tesla ristoranti, Tesla Supercharger

I nuovi progetti del Ceo Tesla “Elon Musk” vedono all’orizzonte un nuovo approdo nella sfera della ristorazione. Proprio questa settimana Tesla, avrebbe registrato il suo brand e più precisamente la stilizzata “T” per la creazione dei “Tesla ristoranti“. Infatti, sarebbe proprio questo il logo che accompagnerà le location della catena di ristoranti. Già da qualche anno, Musk aveva fatto intendere di avere progetti di ristorazione per le sedi Tesla Supercharger di Los Angeles. Si riferisce ancora oggi a ristoranti stile anni 50, come compare nel documento depositato, il brand Tesla sarebbe destinato a ricoprire i servizi di ristorazione, tra cui anche quelli di ristorazione pop-up, self service e da asporto.

Stile “anni 50” per Tesla ristoranti

Si trovano già in alcune Supercharger Tesla, dei piccoli lounge self service per la vendita di caffè e panini, con l’obiettivo di intrattenere i clienti durante il caricamento dell’auto. Ma, l’idea della ristorazione si riferisce in modo particolare ad una rivisitazione dei classici “Drive in” con annessa una pista di pattinaggio e un ristorante rock. “Drive in” in vero stile Happy days. Infatti, dalla richiesta del 2018 di aprire una Supercharger accompagnata da un diner anni 50 a Santa Monica, nulla si era più mosso fino allo scorso aprile, quando Musk ha riacceso il discorso.

“T” stilizzata

Tempistiche di operatività

Risulta ancora difficile ipotizzare quali siano i tempi d’avvio dell’operatività, in quanto non esiste alcuna dichiarazione ufficiale inerente il progetto. Sono previsti 3 mesi per l’assegnazione della richiesta ad un esaminatore, affinché l’ufficio brevetti americano (USPTO) confermi l’ok della concessione. Ciò che è certo è che, avviare un’offerta di servizi ristorativi fruibili durante il caricamento dell’auto, è di sicuro un’ottima idea che sarà ben apprezzata dai proprietari di auto Tesla. Per il momento si vocifera che, sarebbero 3 le attività brandizzate “T“. Forse Tesla si è ispirata alla concorrenza, ai Supercharger locati in prossimità di hotel o altre strutture ricettive. Intanto, il patron Tesla ha anche brandizzato la sua Tesla Tequila, in vendita online a ben 250 dollari a bottiglia che, ha subito registrato un “sold out”.

Hits: 1

L’articolo “Tesla ristoranti”: Tesla approda in ristoarea. proviene da CIAOUP News & Advertising Influencer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Product Enquiry